I 9 posti vicino Roma che non sapevi di voler vedere nel 2020

Nove luoghi inediti dove andare nel 2020, nove posti splendidi in cui passare il proprio tempo per una gita di un giorno, nove motivi per non rimanere in città, nove location che difficilmente vi scorderte, nove perle fuori città, iniziano così le award di Fuori Porta.

Borgo Fantasma, Celleno

Se avete visto “Non ci resta che piangere” potete immaginarvi questo posto come un posto in cui vi trovate se in un attimo fate un viaggio nel tempo. Solo che questo mondo del passato è deserto e abbandonato, una specie di “28 giorni dopo” in stile antico. Non lo conosce quasi nessuno ma chi c’è andato non parla d’altro. Un posto poco mainstream ma che si merita l’articolo del New York Times. Parcheggiate nella piazzetta antistante e percorrete la salita, in un attimo sarete in un 1970 completamente deserto. Civita di Bagnoregio spostati proprio.

Palazzo Farnese, Caprarola

Photo credit: B-Hop

Palazzo Farnese è uno dei simboli della Tuscia, perché come la Tuscia è uno dei posti più sottovalutati del mondo. Tutti conoscono Palazzo Farnese di Roma, dietro Campo de’ Fiori, dove risiede l’ambasciata francese. Ma il Palazzo Farnese di Caprarola è un’altra cosa, un gioiello del ‘500 immerso nella natura. Una Reggia di Caserta in piccolo, che nessuno conosce. Ma vi basterà guardarlo da lontano per innamorarvi.

Laghetto di San Benedetto, Subiaco

A che serve fare 10 ore di aereo e 1000 euro di biglietto per andare ai Caraibi quando puoi andare a Subiaco? Sotto il monastero di Subiaco infatti si trova questo laghetto la cui acqua vi farà venire voglia di fare come “Into the wild” e vivere in montagna.

La Certosa di Trisulti, Collepardo

Steve Bannon, il braccio destro di Trump, l’aveva scelta come location per la sua scuola di sovranismo, per fortuna il ministero l’ha ridata a tutti noi. Un monastero stile “Nome della Rosa” immerso nel bosco di querce del Monte Rotonaria, in provincia di Frosinone. Un luogo incantato in cui ritrovare se stessi, anche se siete sovranisti.

Lago di Nemi, Albano

Photo credit: Si Viaggia

Una piscina ai Castelli. Un capolavoro della natura, proprio accanto al più noto lago di Albano. Infatti se andate su Google Maps e scrivete lago di Albano, basterà ingrandire un po’ l’immagine e troverete poco più a sud il lago di Nemi. Caligola lo scelse come casa dove vivere, sopra a delle navi gigantesche usate come palazzi. Navi che sono state anche ritrovate e sono protagoniste di un museo ai margini del lago. Se non bastasse, sopra c’è anche da visitare lo splendido paese di Nemi, famoso anche per le sue fragoline.

Grotta di Tiberio, Sperlonga

Photo credit: Breath Trip

Già Sperlonga è uno dei posti più belli dove fare il bagno intorno a Roma. In più se avete almeno la quinta elementare non può non interessarvi la villa di Tiberio. Fu uno dei primi imperatori dall’anno 0 in poi, dal 14 al 37, e si fece costruire una splendida villa sul mare i cui resti sono stati incredibilmente rimasti intatti.

Castello Borgia, Nepi

Photo credit: Targetti

Qualcuno la chiama anche la Rocca di Nepi o la Rocca dei Borgia. Nepi non è solo acqua, è anche questa fortezza unica e antichissima, la prima struttura infatti risale addirittura all’ottavo secolo avanti Cristo. Poi nel Rinascimento la comprarono i Borgia, mettendoci del loro nella bellezza del posto, e poi per tanto tempo fu abbandonata. Fino al recente restauro che ne ha fatto uno dei posti più belli della via Francigena. Nel periodo estivo viene aperto anche di notte. E se poi vi va di andare a bere un’acqua buona siete lì dietro.

Villa Gregoriana, Tivoli

Photo credit: Lazio Nascosto

Tivoli è famosa per Villa Adriana e Villa d’Este, pochi sanno che invece esiste anche Villa Gregoriana, un posto magico che sembra uscito da un libro di Tolkien, con una vista mozzafiato e un’atmosfera elitaria.

Duomo, Anagni

Photo credit: Luxury Rome

Lo schiaffo di Anagni è famoso in tutto il mondo, meno il duomo di Anagni che invece c’è ancora ed è pazzesco. Fuori il duomo domina la valle circostante, dentro è un caleidoscopio di colori. E intorno al Duomo inoltre ci sono una serie di ristorantini niente male.