Nemi, la piscina naturale a 20 minuti da Roma

I laghi intorno a Roma sono famosi in tutto il mondo, alcuni più mainstream, come Bracciano, Bolsena, Castel Gandolfo, altri invece più di nicchia, e per questo molto belli. Tra tutti uno di questi è sicuramente Nemi.

Nemi più che un lago è una piscina naturale. Un piccolissimo lago, proprio dietro a Castel Gandolfo, con acqua limpida, tutto verde intorno, le ville dei romani con la barchetta sulla riva, un paesino caratteristico sopra lo specchio d’acqua.

Nemi è una chicca che sta a mezz’ora da Roma, comodo e tranquillo, mai pieno di gente. Un buon ritiro per chi vuole vivere una giornata pacifica anche se di domenica. Per chi al mare non ci va perché fa troppo caldo e pieno di folla.

Nemi è davvero una piscina naturale, tant’è vero che gli antichi romani, e precisamente Caligola, lo utilizzava come base per fare le battaglie navali, e anche per viverci in mezzo, sulle due barche gigantesche che fece costruire e poi per secoli rimase sul fondo del lago. Adesso la ricostruzione delle navi si può visitare al museo che sorge proprio sul lago. Solo una ricostruzione perché dopo che le navi, intatte, vennero riportate in superficie i nazisti prima di perdere la guerra le incendiarono per distruggerle. E su questo stendiamo un velo pietoso.

Arrivando a Nemi da Roma si passa prima per il lago di Castel Gandolfo, in macchina affacciandosi si può vedere tutto il suo spettacolo, ma solo lo spettacolo perché poi si continua e si arriva alla perla.

Arrivati al lago si scorge questo specchio d’acqua piccolo ma affascinante, pittoresco nella sua dimensione e nella vegetazione che lo circonda, boschi verdissimi e acqua cristallina.

Facendo il giro del lago con la macchina, si passa per le pochissime ville dei fortunati che hanno la casa di villeggiatura sul lago, senz’altro uno dei posti più tranquilli vicino Roma.

Se non siete tra quelli vi tocca arrivare in uno degli spazi che arrivano all’acqua, come dei piccoli lidi, sempre senza ressa, in cui l’unico rumore che sentirete è il sibilo delle libellule sull’acqua.

Un posto davvero magico, perfetto per una gita in giornata ma anche solo per un tuffo, per poi dirigersi verso il paesino di Nemi, che si erge sopra il lago e domina tutta la vallata. Chi non ha mai mangiato da piccolo le fragoline che gli portavano i nonni da Nemi?

Peraltro la rocca di Nemi è un centro anche culturale, con molte gallerie d’arte, mostre temporanee e street art. Il posto perfetto per unire un tuffo nell’arte dopo un tuffo nell’acqua limpida e fresca del lago di Nemi. Ma non ditelo a troppa gente, sennò va a finire come il lago di San Benedetto che hanno dovuto chiudere per il troppo flusso di persone.