Le 9 chicche nel comune di Roma dove andare almeno una volta

È in questi momenti che invidiamo Phileas Fogg e il suo giro del mondo in 80 giorni, ma questo ci spinge a fare quello che amiamo fare di più: riscoprire quelle bellezze che abbiamo a portata di mano e che spesso ci dimentichiamo. Quanti sono di Roma e non hanno mai visitato il Colosseo? Un peccato che nemmeno l’Inferno di Dante e sicuramente non siete gli unici, ma ora è il momento di espiare la colpa organizzando gite fuori porta all’interno del nostro comune.

Villa Sciarra

Alle pendici del Gianicolo, questo antico gioiello sede degli horti di Giulio Cesare conserva ancora oggi quella combo di magia e silenzio che fece da sfondo alla storia di amore tra l’imperatore e Cleopatra. La fontana dei fauni, il tempietto circolare e le statue dei dodici mesi dell’anno sono solo alcune delle chicche che potrete vedere.

Quartiere Coppedé

Un unicum della città di Roma, fu progettato da Gino Coppedé unendo rimandi stilistici Liberty, Art Déco, gotici e greci. Di fronte all’imponenza dell’arco è impossibile non sentirsi almeno un po’ Alice nel Paese delle Meraviglie. Per gli amanti dei Beatles poi si dice che dopo un concerto nello storico Piper Club per l’enfasi si buttassero nella Fontana delle Rane.

Museo Orto Botanico

Con la scelta recente di aprire le visite anche di domenica non avete più scuse: un paradiso di piante e fiori. Non perdetevi il Giardino giapponese, anche se l’attrazione più famosa sembra essere la guida Claudio!

Isola Farnese

Vi ricordate il tunnel degli innamorati e la fiaba di Pinocchio? Beh in una sola passeggiata, potete scoprire il piccolo borgo medievale di Isola Farnese per poi ritrovarvi davanti le cascate della Mola!

Antico Borgo Cesano

Le piccole cose fanno la felicità: una chiesetta, una fontana, pochi palazzi e l’Osteria da cui pare prendere il nome il borgo, e non viceversa. Gli ingredienti di una gitarella semplice e tranquilla!

Parco degli Acquedotti

Solo a Roma puoi farti una passeggiata tra gli acquedotti romani con lo scorcio sui Castelli. Verde e natura si incontrano in questo parco dell’Appia Antica.

Cimitero militare francese

Un angolo di pace sulla Camilluccia che passa ingiustamente inosservato: il giardino della memoria e la scultura dell’artista Lucien Fenaux ci colgono impreparati a sostenere la loro vista commovente!

La piramide del cimitero acattolico

Il luogo dove riposano arte e letteratura culmina nel vero senso della parola con la piramide egizia di Caio Cestio, a ricordare che la distanza tra terra e cielo qui non sembra più così lontana. Pochi hanno visto la piramide da questa prospettiva, e tu?

Villa Ada segreta

Non stupitevi se concludiamo con questa. Pur essendo il secondo parco più esteso e conosciuto di Roma, riserba tante sorprese tra cui il Tempio di Flora, lo Chalet Svizzero, la Torre Gotica e un singolare albero direttamente dal Tibet!

Leave a Reply

Your email address will not be published.