Il borgo di Sermoneta tra Ottomani, Eden e fantasmi

Tutti noi almeno una volta abbiamo sentito nominare Lepanto: chi ha ancora gli incubi per essersi scordato quel dannato 1571 nel compito di storia, chi invece di Lepanto conosce solo la fermata della metro. 

Tralasciando la seconda, si narra che durante la Battaglia di Lepanto il Duca Onorato IV Caetani, con il solo pensiero della Madonna contenuta nel tabernacolo di un sentiero per Sermoneta, riuscì ad assicurarsi la vittoria decisiva sull’impero Ottomano. Da quel giorno i sermoneti rievocano ogni anno il loro momento di gloria con un grande corteo in costume stupendo.

Ma Sermoneta è “ben oltre” lo scacco matto agli Ottomani: Sermoneta è arte, cinema, amore. È quel borgo che se scorgi da lontano ti passa di mente, ma in realtà nel suo piccolo ti ha già rapito il cuore.

Se poi un giorno ti senti Alberto Angela e decidi di fermarti per qualche ora, scoprirai un borgo che appartiene più al passato che al presente, e aggiungiamo noi che di questi tempi ne avremmo bisogno di un bel tuffo nel passato!

Il Castello Caetani, fortezza militare impenetrabile, è il primo monumento che salta alla vista dei neo Angela. Uomo avvisato mezzo salvato, quindi non venite a lamentarvi qualora faceste strani incontri: alcuni abitanti del paese ci hanno raccontato che nei sotterranei del Castello abiti il fantasma di un giovane giullare che si diverte ancora oggi a beffarli. 

Dopo questa parentesi macabra, se sentite nostalgia della Capitale allora la Loggia dei Mercanti fa al caso vostro: sono infatti dei Mercati di Traiano in miniatura, con la sola differenza di aver fatto da set per “Non ci resta che piangere” con l’immenso Troisi.

Dulcis in fundo: a circa 7 km da Sermoneta trovate l’Eden laziale. Stiamo parlando del Giardino di Ninfa, dove è difficile distinguere il confine tra realtà e sogno. Grazie al quadretto idilliaco probabilmente sarà la gita con cui vi giocherete le nozze, ma soprattutto che per le rovine sparse e gli splendidi colori vi farà tornare bambini per un giorno!